Perché regalare il tuo libro? - ScrivoFacile

Un sacco di scrittori inorridiscono al solo pensiero di regalare il proprio libro ad altre persone. E come biasimarli calcolando che ci avranno messo anni a scriverlo e a perfezionarlo. Ore e ore di lavoro, speranze, difficoltà e paure per poi darlo via gratis al primo che passa. Roba da pazzi dirai tu.E ti capisco perfettamente. Ora, se il self-publishing è un business (e lo è, che ti piaccia o no) ti faccio l’esempio di un paio di aziende che ben conosci: Netflix e Tesla.


Entrambe stanno investendo milioni di dollari a scapito di guadagni immediati, ma puntando dritte verso il futuro.


Netflix sa che il misero abbonamento che ti fa pagare ogni mese è nulla a confronto di ciò che spende per realizzare una singola serie tv con un cast stellare. Ma sa anche che, se riesce a tenerti dentro al sistema grazie a contenuti di qualità, quei pochi euro mensili si accumuleranno nel corso dei mesi e poi degli anni e in futuro l’investimento che ha fatto su di te come cliente (investimento in campagna marketing, produzione contenuti, sviluppo della piattaforma eccetera) andrà in positivo. 


Lo stesso dicasi per Tesla che ha scommesso fortemente sull’esplosione del settore delle auto elettriche. Pochi ancora le usano, ma nel futuro saranno le più usate.


Perdere soldi adesso per guadagnarne molti di più in futuro, vedi?


Gli obiettivi dietro a un libro gratuito sono molteplici: authority, recensioni, mailing list, backlist.


Vediamoli uno ad uno e scopriamo tutto il loro potenziale.


Backlist


Avere un libro gratuito può aiutarti a vendere gli altri tuoi libri (backlist). Immagina il primo volume di una serie gratis. La gente lo scarica, tanto non costa nulla, e poi magari si appassiona alla storia e legge tutti gli altri libri della serie. In pratica pubblicizzi il primo che è gratis e poi vivi di rendita dalle vendite indirette degli altri. 


Non hai una serie? Assicurati di inserire nel libro gratis i link alle altre tue opere (includendo magari un paio di righe per descriverle). Se ai lettori piace il tuo stile compreranno anche gli altri!


Recensioni


Più gente legge il tuo libro e più persone è probabile che lasceranno una recensione. Il ragionamento non fa una grinza! 

Inserisci magari una richiesta di recensione onesta a fine libro.


Mailing List


Prima o poi me lo tatuerò sulla fronte: hai bisogno di una mailing list. Per maggiori informazioni guardati questo video. La mailing list è io tuo asset di punta e ti aiuterà non solo a vendere più libri e recensioni, ma anche a sviluppare una community attorno al tuo brand editoriale.


Il succo del discorso è che puoi offrire ad esempio un ebook gratis a chi si iscrive alla tua newsletter oppure puoi avere un libro gratuito sui principali store online con all’interno un link per iscriversi alla tua newsletter (e magari ricevere così un regalo esclusivo).


Authority


Questo è un aspetto più che altro rivolto alla non-fiction, in particolare quella connessa ad altri business. Ti faccio un esempio così ti raccapezzi.
Hai un’agenzia di consulenza in materia di cessione dei diritti di eredità agli animali (tipo gli Aristogatti!).Per farti pubblicità gratuitamente e per dimostrare la tua competenza nel settore pubblichi un libro gratuito su come lasciare in eredità al gatto il nostro frigorifero. È un argomento molto specifico e utile a chi interessa, ma ti lascia ampio spazio per ottenere consulenze a pagamento su canarini, gatti e boa constrictor o su case, iPad e tappeti da lasciare in eredità ai nostri amici animali.

Inoltre quando un cliente che non ti conosce si imbatte nel tuo sito attraverso Google o semplicemente vede il tuo biglietto da visita, scopre che hai scritto un libro. Ciò rafforzerà in lui l’idea che tu sia una persona competente e stimata in quell’ambito.


Puffoso. Ora come posso mettere gratis il mio libro?


Su Kobo, Apple Books e Google Play puoi impostare il prezzo a 0 euro. 

Per Amazon invece hai due opzioni.


Amazon KDP Select


Con il programma Select dai in esclusiva il tuo ebook ad Amazon. Ciò significa che il tuo libro in formato digitale deve essere presente solo su Amazon. Il cartaceo e l’audiolibro invece puoi pubblicarli dove e come vuoi. Col tuo libro in Select non solo avrai, ad esempio, la possibilità di farlo entrare nel programma di Kindle Unlimited, ma anche di renderlo gratuito per 5 giorni ogni 90 giorni (questo perché il contratto di Select dura 90 giorni e poi si può rinnovare in automatico se lo desideri). Tali 5 giorni si possono utilizzare come vuoi, ma io consiglio di usarli tutti in una volta per ottenere anche più visibilità su Kindle Unlimited (vedi il mio video).


Permafree


Permache?! No, non è una marca di shampoo antiforfora, ma semplicemente il termine per indicare che un libro viene distribuito gratuitamente a tempo indeterminato.


Sebbene questa tecnica fosse molto più efficace alcuni anni fa (promossa anche da Nick Stephenson), ancora oggi può rivelarsi una tattica vincente… a costo zero.
Se su store quali Apple, Google Books e Kobo è possibile impostare il prezzo di un ebook a zero, su Amazon ufficialmente non si può.


Nota: un libro permafree è reversibile in ogni momento. Basta modificare prima il prezzo negli altri store e poi richiedere nuovamente l’adeguamento di prezzo ad Amazon. Tale strategia è indicata in particolare se avevi scelto di mettere gratis il tuo libro allo scopo di fargli ottenere più recensioni.


Come se ne viene fuori allora?


Semplice. Basta mettere il libro gratis sugli altri store (io ad esempio per il mio “Self-publishing del Futuro” ho utilizzato Draft2Digital) e poi pubblicarlo su Amazon KDP richiedendo al servizio clienti l’adeguamento di prezzo. Ricordati di includere come prova i link al tuo ebook negli altri store.


Di recente sembra che il potere del permafree stia ritornando in auge grazie a libri come “Secrets of the Permafree Book” di Dale Roberts e la nuova edizione di “Book-marketing is Dead” di Derek Murphy, per non parlare della nuova edizione di “Let’s Get Digital” del simpatico e barbuto David Gaughran.


ATTENZIONE


Un libro gratuito può essere ottenuto senza sforzo economico né mentale. Si tratta di un “acquisto” di impulso. Il rischio è che il lettore abbia scaricato il libro tanto per collezionare freebie (ebook o altri prodotti gratis). E sul Kindle o sul Kobo ha spazio a volontà per scaricare tutti quelli che vuole. Il problema è se avrà il tempo per leggerseli. E se aprirà il tuo libro riuscirà a leggerlo fino alla fine? Ecco che qui entrano dunque in gioco le tue capacità di scrittore perché la copertina professionale, la descrizione accattivante e il prezzo da soli non fanno miracoli.


Quindi prima di cantare vittoria abbassa le tue aspettative e calcola che meno della metà delle persone che lo hanno scaricato lo leggerà. Forse anche solo una su dieci in certi casi.E di queste quante continueranno con gli altri tuoi libri?


Inoltre tieni presente che in media solo una persona su cento lascerà una recensione.Insomma non aspettarti numeri esorbitanti ma meglio che niente. È una strategia che darà i suoi frutti a lungo termine. Frutti ottenuti quasi senza sforzi!

 

Category
Tags

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *